JUICE STORIES:#2 PinoLina

pinolina11

Ogni oggetto su Juice è speciale perché racconta una storia che parla di passione per un’arte, di amore per le cose fatte bene.Parla di pazienza, di impegno e di creatività. E dietro ognuno ci sono le diverse esperienze dei makers, artigiani e artisti italiani.Un fil rouge fatto di gocce si intreccia, si lega e si arrotola in mezzo a loro… non ti resta che seguirlo!

Enjoy the drops


logo copia

PinoLina è una macchinetta fotografica unica nel suo genere: e’ leggera, piccola e resistente. E’ allegra, a volte impegnata, a volte elegante. Ma più di tutto PinoLina ha un dono: il dono di farci vivere la poesia della sorpresa, di restituirci “con il suo occhio” una realtà un po’ imperfetta ma ricca di emozione e di vita.
Pinolina nasce dalla creatività di Valentina Mannucci e dalle conoscenze tecniche di Rolando Fidani, fotografi per passione e per professione che dal 2013 si sono lanciati nel progetto di far rivivere la fotografia delle origini.

foto-profilio-pinolina-juice-of-italy

 

Si perché Pinolina non è una macchina fotografica qualunque ma è a foro stenopeico, realizzata completamente a mano con cartone pressato, legno, resina, similpelle e materiali di recupero. Le immagini che cattura prendono forma dalla luce che passa attraverso un foro di appena qualche decimo di millimetro fatto a mano. Possiede solo ciò che è fondamentale per uno scatto: un diaframma fisso, un otturatore manuale e un pomello per l’avanzamento e il riavvolgimento della pellicola. Un piccolo gioiellino che nella sua semplicità ci porta a scoprire la gioia di aver pensato di fotografare non piu’ un attimo, ma un momento di vita.

Ed è così che PinoLina ci racconta la sua storia: la storia di una fotografia che non è semplice restituzione della realtà, ma bensì di un’emozione.

pinolina4

Da secoli tutta l’industria fotografica ha lavorato con il comune obiettivo di migliorare la capacità di riproduzione del reale nelle immagini e nelle fotografie, con pellicole in grado di fornire immagini sempre più nitide, attraverso ottiche e sensori che avessero la migliore risoluzione possibile. Ma una macchina fotografica non è solo un prodotto industriale. La fotografia infatti, non è solo la riproduzione della realtà oggettiva, ma può anche essere riproduzione della realtà soggettiva, della realtà vista dall’autore. Dietro ogni immagine, molto spesso c’è una particolare ricerca, c’è una volontà precisa di raccontare una storia e non soltanto di catturare un momento. Questo desiderio è evidentemente molto diffuso se pensiamo al grandissimo successo di Instagramm, con cui è possibile condividere parti della nostra vita attraverso foto. Foto che di per loro sarebbero nitide e perfette, ma che è possibile modificare e “post-produrre” con filtri che volutamente le rendono imperfette nei colori, nell’esposizione, nei bordi, di una qualità non più eccellente ma forse un più interessanti.
Ma  se da un lato queste applicazioni sono alla portata di tutti, nei nostri smartphone, tablet e computer, e ci danno l’illusione di non star solo fotografando, in realtà c’è qualcosa che manca, ovvero  il tempo della fotografia.

PinoLina ci restituisce questo tempo: il tempo dell’attesa in cui l’immagine prende forma, il tempo di esposizione da contare sottovoce. Il tempo di osservare quella porzione di mondo che desideriamo imprimere sul negativo.

pinolina7

Una piccola magia, una magia antica da cui sono derivate le nostre modernissime ed efficienti macchine fotografiche. Il micro foro in cui passa la luce, disegna l’emozione di quel preciso istante; l’istante imperfetto, come quelli di cui è fatta la nostra vita reale. Emozionante e imperfetta.

PinoLina-fotocamera-stenopeica-juiceofitaly-12-800x800

 

Blogger